Orari: da Lun. a Sab. dalle 8:00 alle 20:00
Vitamina B5 e B6: a cosa servono e dove sono | FARMACIA ROSSI
#farmarossimed

Vitamine B5 e B6: umore al top!

Condividimi

La vitamina B5

La vitamina B5, o acido pantotenico, è molto diffusa negli alimenti, ma è anche una vitamina molto fragile. Il caldo e le variazioni di acidità sono suoi nemici, per cui il calore la altera e il condimento con l’aceto, o il lavaggio con il bicarbonato la inibiscono.
E, come per tutte le vitamine del gruppo B, alcool e fumo ne ostacolano l’assorbimento da parte del nostro organismo.

Vitamina B5 a cosa serve?

Depura i vasi sanguigni e aumenta il tono della psiche, quindi ci fa tornare di buon umore, ma in che modo? Aiuta la sintesi degli ormoni steroidei, gli ormoni che vengono prodotti durante gli stati di stress e che aiutano la risposta fisica e psichica dell’organismo per superarli.
Inoltre, come la vitamina B3 aiuta la rigenerazione dei tessuti cutanei.

Se ci si sente facilmente affaticati, di cattivo umore, si ha poca tolleranza allo stress e la pressione alta, allora probabilmente siamo in presenza di una carenza da vitamina B5.
La carenza di B5 può essere provocata da un’alimentazione ricca di cibi già pronti, industriali, che per essere preparati vanno incontro a processi di acidificazione che ne riducono le sostanze nutritive come le vitamine. La B5 è inoltre una vitamina idrosolubile, quindi le preparazioni che prevedono molta acqua impoveriscono i cibi perché la B5 si diluisce con l’acqua di cottura.

Dove si trova la vitamina B5?

Troviamo la B5 nei funghi, nei cereali integrali, nei legumi e nei semi oleosi.

Per i cereali integrali e i legumi, un importante consiglio! Metteteli sempre a bagno prima di cucinarli, così si avvia un processo di germinazione grazie al quale i semi libereranno tutto il loro potenziale nutritivo.

I semi, soprattutto quelli di zucca, dovrebbero entrare da protagonisti nelle nostre abitudini alimentari: sono ricchissimi di proprietà nutritive, tra cui appunto le vitamine del gruppo B e quindi anche la B5. Ne bastano davvero pochi per garantire il nostro fabbisogno giornaliero.
La vitamina B5 può essere sintetizzata anche dal microbiota intestinale. Con un’alimentazione varia, ricca di cereali integrali, verdura e frutta fresca aiutiamo l’intestino a produrre la vitamina B5 di cui abbiamo bisogno.

La Vitamina B6

Vitamina B6: dove trovarla | FARMACIA ROSSI

La vitamina B6 non dovrebbe mai mancare nella nostra dieta quotidiana. È stata dichiarata dal WHO (World Health Organization) come una medicina essenziale, quindi una sostanza con un potere terapeutico accertato.

La vitamina B6 è ben distribuita nei gruppi alimentari, ma attenzione al sovradosaggio! La B6 infatti “ruba spazio” alle altre vitamine.

A che cosa serve la B6?

La B6 è una vitamina versatile e di estrema utilità! È utile in tantissimi processi biologici del nostro organismo e le ultime ricerche ne stanno testando l’efficacia come coadiuvante nelle terapie antitumorali.

Lenisce i dolori articolari, specialmente alle dita, protegge le mucose degli occhi da infiammazioni virali, aiuta a prevenire i disturbi dell’apparato intestinale.
Migliora la conduzione nervosa e protegge la guaina mielinica, che avvolge il nervo. La sua carenza, quindi, acuisce tutti i disturbi di natura neurologica.

Dove si trova la Vitamina B6?

Le spezie ne contengono una buona quantità, come salvia, menta e peperoncino. E se è vero che non possiamo certo mangiare 100 grammi di peperoncino, può però essere una spinta a usare le spezie regolarmente, magari al posto del sale. La nostra salute ne gioverebbe!
Tra la frutta secca, generalmente ricca di vitamine del gruppo B, i pistacchi ne sono particolarmente ricchi.
Anche i ceci, per cui una zuppa di ceci insaporita con le spezie diventa un piatto che fornisce tutta la vitamina B6 di cui possiamo avere bisogno in un giorno.
Il merluzzo e il riso integrale sono altri due alimenti che ci assicurano un buon approvvigionamento di B6.

La B6 ha bisogno di qualche accorgimento: no a cotture eccessive, prolungate e ad alte temperature. Ma nemmeno il congelamento fa bene alla B6. Mantenere un buon turn over del cibo nel frigorifero, consumandolo il più possibile fresco non aiuta solo l’efficacia della B6, ma di tutte le vitamine in generale.

Trovi la Vitamina A nella colazione dei campioni






0/5


(0 Recensioni)

Invia