Orari: da Lun. a Sab. dalle 8:00 alle 20:00
Cos'è la Sindrome da Colon Irritabile | FARMACIA ROSSI
#farmarossimed

La sindrome da colon irritabile

Lo stato di colite lievemente cronica, conosciuta come sindrome da colon irritabile, è una disfunzione dell’intestino crasso, il colon appunto, che può diventare un vero e proprio disturbo invalidante.

La sindrome da colon irritabile è caratterizzata da un’ipersensibilità dell’intestino crasso che provoca un’alternanza di stitichezza, improvvise scariche diarroiche e dolori addominali anche molto forti.

Come si riconosce?

Non è una sindrome facile da identificare, anche perché le sue cause non sono ancora del tutto chiare. Si ipotizza uno scorretto funzionamento della mucosa intestinale e del sistema immunitario, oppure un costante stato di stress e disagio psicologico. O anche una combinazione di tutte queste cause.

È un disturbo quindi che viene diagnosticato per esclusione, quando gli esami strumentali come la colonscopia, gli esami per le intolleranze o la gastroscopia non rilevano altri problemi per giustificare il malessere del paziente.

Colon irritabile: cosa fare?

Proprio perché non sono così chiare le cause, non è facile nemmeno definire una terapia precisa, ma prendersi cura del proprio intestino è sicuramente il primo passo.

Abbiamo visto come il nostro intestino e il microbiota, la massa di batteri che vivono all’interno, costituiscano per il nostro corpo un secondo cervello. Gli stati di tensione emotiva alterano la flora batterica intestinale. Se viviamo una situazione di stress, l’intestino ce lo comunica chiaramente con sintomi come stitichezza o improvvise scariche, e se noi non lo ascoltiamo e non corriamo ai ripari, questa situazione può diventare cronica e originare la sindrome da colon irritabile.

Alleggerire lo stress

Evitare stati di stress è un consiglio facilissimo da elargire, molto meno da seguire. Ma possiamo esercitarci a mettere in atto pratiche che ci aiutano a gestirlo e ad affrontarlo senza appesantire il nostro intestino. La mindfulness, l’attività fisica (senza necessariamente farla diventare un ulteriore obbligo stressante: bastano 30 minuti di passeggiata al giorno), un hobby che ci piace e che ci permette di dedicare tempo a noi stessi.

Da un punto di vista psicosomatico queste sono pratiche e attività che ci aiutano a rilassarci, a prenderci un momento di pausa, a regalare al nostro corpo una piccola vacanza dai pensieri e dalle preoccupazioni di tutti i giorni.

Cosa mangiare e cosa evitare?

 

Cosa Mangiare e Cosa Evitare | FARMACIA ROSSI

L’alimentazione è un altro aspetto fondamentale per prevenire, arginare e curare la sindrome da colon irritabile. Cosa possiamo mangiare per aiutare l’intestino?
E, soprattutto, cosa dobbiamo evitare?

Innanzitutto, evitiamo gli errori che impoveriscono il microbiota, come saltare la colazione, che invece è il pasto più importante della giornata, che riattiva il metabolismo e nutre la flora batterica intestinale.

Vietato trascurare la sete, oppure aspettare di averne troppa prima di bere: dovremmo bere 1,5/2 litri di acqua al giorno, e bere spesso, anche quando non abbiamo sete. Quando la avvertiamo infatti è già troppo tardi, significa che siamo già disidratati.
Se per un microbiota in forma sono consigliati i cibi fermentati, quando si presentano i sintomi del colon irritabile, allora è meglio lasciarli da parte per un po’, riducendo tutti gli alimenti che possono provocare gonfiori.
La parola d’ordine deve essere semplicità: cibi genuini, sani, pochi ingredienti, poco condimento e niente salse. Così si impara anche ad ascoltare meglio il nostro corpo e scoprire quali cibi gli danno fastidio e quali lo fanno stare bene.

I danni del fumo anche nell’intestino

Sembra superfluo aggiungere che il fumo fa male, ma qualcosa di nuovo da dire c’è ancora.
Ricercatori svizzeri hanno scoperto che il fumo delle sigarette arriva anche all’intestino alterando la composizione della flora batterica. In particolare, permette ai batteri firmicuti di prosperare: il loro aumento peggiora la situazione infiammatoria delle mucose intestinali, diminuendo la capacità di assorbimento dei cibi e rendendo la barriera intestinale più permeabile (cioè lascia passare batteri e virus nocivi al di fuori dell’intestino).

Colon in salute contro il diabete

Un colon in salute è un grande alleato nella prevenzione contro il diabete: perché?
I ricercatori hanno notato che, a parità di peso ed errori alimentari, ci sono persone in sovrappeso che sviluppano il diabete e altre no. Qual è la discriminante? A quanto pare la diversa composizione della flora batterica intestinale.

Nei pazienti affetti da diabete di tipo 2 la mucosa del colon è soggetta a continue infiammazioni dovute a una contaminazione batterica. Questa situazione porterebbe all’insulinoresistenza, anticamera del diabete. Una correzione del microbiota riporterebbe il colon in salute scongiurando il pericolo della malattia.

Per quanto riguarda invece il diabete di tipo 1, quello insulinodipendente, che non ha origine dalle abitudini alimentari, uno studio australiano ha scoperto che il cambiamento del microbiota non è una conseguenza come si è sempre pensato, ma è precedente allo sviluppo della malattia. Le origini del diabete di tipo 1 sono ancora sconosciute: questa scoperta, che sembra legarlo strettamente alla salute del nostro microbiota e quindi di tutto l’intestino, può dare una svolta importante alle terapie.

Guarire il colon irritabile? Si può!

Siamo partiti dalla sindrome del colon irritabile per arrivare a parlare di diabete: questo perché il nostro intestino – il nostro secondo cervello – e tutte le sue componenti, colon e microbiota, sono strettamente legate alla nostra salute.

Trascurarle, non ascoltare i messaggi che ci inviano, che sono campanelli d’allarme che dovrebbero spingerci a farci domande sul nostro stile di vita, porta inevitabilmente a uno stato di malattia.

I dolori addominali, gonfiori costanti, la stitichezza alternata a dissenteria sono il campanello d’allarme di un’alimentazione sbagliata e di uno stato di stress che magari non percepiamo consciamente, ma il nostro corpo sì. E cerca di difendersi.

Se soffri di disturbi come quelli che abbiamo elencato e pensi di soffrire della sindrome da colon irritabile, contattaci. Sapremo consigliarti sul percorso migliore da intraprendere per recuperare benessere e salute.






0/5


(0 Recensioni)

Invia