Come Combattere la Cellulite | FARMACIA ROSSI
Orari: da Lun. a Sab. dalle 8:00 alle 20:00
Salute e Benessere

Come Combattere la Cellulite

Condividimi

Il termine cellulite viene comunemente utilizzato per identificare un inestetismo della cute per lo più femminile. Ma cosa succede nello specifico nelle profondità dei nostri cotechini?

Volendo trovare il senso più profondo del termine “cellu-lite”, la prima cosa alla quale ogni donna sarebbe portata a pensare è che tra le cellule dei nostri prosciutti stagionati sia scoppiata una vera e propria “lite” stile Bud spencer e che, tra un cazzotto e l’altro, rotti gli schieramenti, la maggior parte delle nostre adorate celluline adipose non abbia più recuperato la ordinata posizione di partenza, accumulandosi in zone critiche e diradandosi in altre, portando alla formazione di quella odiosa buccia d’arancia, acerrima nemica delle nostre estati al mare.

Ma così non è!!

Iniziamo subito con una precisazione di dovere: udite udite il termine cellulite, coniato negli anni Venti, non è il nome di battesimo per identificare il male delle nostre vacanze in riviera, che più propriamente dovrebbe essere definito panniculopatia edemato-fibro-sclerotica, non che il saperlo migliori la situazione.

Perchè si forma la Cellulite?

La PESF è una malattia multifattoriale che interessa l’ipoderma, ovvero lo strato adiposo che si trova tra il derma cutaneo e lo strato muscolare, e che caratterizza specifiche aree anatomiche, neanche a dirlo, femminili quali fianchi, cosce, ginocchia e glutei. Le responsabili di questo inestetismo altro non sono che le cellule adipose, le quali, nello strato sottocutaneo, o appunto ipoderma, aumentano in numero nonché in dimensione. Inoltre in queste zone, ben note come “zone critiche”, si assiste ad una contemporanea riduzione del tono muscolare associata ad una ridotta vascolarizzazione locale. La PESF è una malattia evolutiva che si manifesta in persone predisposte geneticamente per anatomia, assetto ormonale e metabolico su cui agiscono fattori scatenanti come alimentazione errata, sedentarietà, errori di postura, patologie del microcircolo e terapie mediche.

Le fasi della Cellulite

Le manifestazioni cliniche nelle quali si concretizza sono:

  1. Fase edematosa: è la fase più precoce in cui la PESF e visibile solo pizzicando la cute. È caratterizzata da abbondante ristagno di liquidi e, se trattata, scompare completamente.
  2. Fase fribosa: visibile anche senza pizzicare la cute. Sempre accompagnata da disturbi della microcircolazione che, associato al ristagno di liquidi, causa rigonfiamento del tessuto adiposo il quale perde elasticità.
  3. Fase sclerotica: è lo stadio finale di degenerazione del tessuto caratterizzato da grossi noduli, induriti e dolenti.

Cellulite come combatterla?

Che ne dici di dare un’occhiata? Oggi è possibile eseguire direttamente in farmacia un controllo della pelle con un programma specifico che analizza le condizioni di ritenzione idrica e “cellulite” tramite mappatura termica digitale dell’area interessata, permettendo di valutare l’avanzamento clinico dell’inestetismo e di identificare un trattamento cellulite idoneo per tornare a sognare il fisico da spiaggia.






0/5


(0 Reviews)